Home Politica Milano Portello, accordo per la “Milano alta”, ma rimane la questione degli...

Milano Portello, accordo per la “Milano alta”, ma rimane la questione degli oneri urbanistici

0
SHARE

Una riunione lunedì sera, un’altra martedì pomeriggio ma alla fine si è arrivati alla firma. La Fondazione Fiera e Vitali Spa hanno siglato un primo accordo per la realizzazione di una Green street sopraelevata al Portello. Il progetto “Milano alta” è tornato quello della bozza originaria, ossia senza le onerose modifiche che erano state ventilate a inizio febbraio dalla ditta costruttrice, che hanno rischiato di far saltare le trattative.

Questo il progetto: sopra la pista verde ciclopedonale e sotto due aree commerciali, un albergo, negozi e strutture per lo sport e iniziative culturali di vario genere. I lavori dovrebbero durare al massimo due anni e portare circa 5 mila nuovi posti di lavoro.

Milano Portello: al Comune nessun progetto

In merito al progetto l’assessore comunale all’Urbanistica Alessandro Balducci si è detto stupito che si parli di un possibile accordo dato che a Palazzo Marino non è arrivato alcun progetto. Per questo, spiega in Comune non è stata aperta alcuna istruttoria e non sono stati ipotizzati, nemmeno a spanne, gli oneri di urbanizzazione né gli eventuali scomputi di costo.

Balducci lancia poi un affondo: “Se vogliono che il lavoro col Comune sia rimandato alla prossima amministrazione, lo dicano, altrimenti, ripeto, trovo paradossale che non ci si sia ancora parlati”.

Fonte: corriere.it

Commenti

commenti