Milano, Caprotti lascia in eredità alla segretaria 75 milioni di euro

Milano, Caprotti lascia in eredità alla segretaria 75 milioni di euro

0
SHARE

Alla sua segretaria storica Bernardo Caprotti lascia 75 milioni di euro. La metà dei risparmi accumulati dal fondatore di Esselunga. Germana Chiodi, fedele collaboratrice del fondatore di Esselunga, ha anche maturato una pensione da dirigente e continua ad avere con l’azienda un contratto da consulente.

A questo si aggiungono le altre donazioni che la donna aveva ricevuto: dieci milioni di euro e due quadri che sono stati valutati 200 mila euro l’uno.

Milano, le volontà di Caprotti: Esselunga in mano agli olandesi

Prima di morire, Bernardo Caprotti ha diviso i suoi beni con molta precisione, al fine di evitare che si creassero ulteriori “contrasti e pretese” consentendo a tutti i suoi cari di “vivere in pace nei propri ambiti”.

Ai nipoti e ai tre figli l’imprenditore ha lasciato l’altra metà dei beni accumulati: conti correnti e titoli per un totale di 15 milioni a testa. Sui conti correnti aperti presso Credit Suisse e Deutsche Bank Caprotti aveva circa 150 milioni di euro.

Per quanto riguarda invece il futuro di Esselunga, pare che l’imprenditore abbia lo affidato agli olandesi di Ahold dopo che, come si legge nel suo testamento, il suo disegno di “ripartizione e continuità familiare” è naufragato.

Fonte: repubblica.it

Commenti

commenti