Home Cronaca Milano mafiosa: l’8% dei commercianti dichiara di pagare il pizzo

Milano mafiosa: l’8% dei commercianti dichiara di pagare il pizzo

0
SHARE
milano mafiosa

Nella Zona 9 di Milano l’8,4% dei commercianti paga, o ha pagato, il pizzo, mentre il 18,7% conosce almeno una vittima di estorsione. È quanto emerge da una recente ricerca che ha interessato una fetta importante della città: dal quartiere periferico di Affori-Bruzzano ai grattacieli di Isola-Garibaldi-Repubblica.

I dati dell’indagine “Criminalità organizzata, contesto di legalità e sicurezza urbana” sono stai presentati oggi (lunedì 7 marzo 2016) all’auditorium Ca’ Granda di Milano. Un progetto coordinato dal sociologo Rocco Sciarrone (da anni impegnato in studi relativi all’espansione della mafia fuori dalle aree tradizionali) e realizzata dai ricercatori Luca Storti e Joselle Dagnes dell’Università di Torino.

Milano mafiosa: nella zona 9 il 10% dei commercianti paga il pizzo

Lo studio ha raccolto ben 467 questionari compilati da artigiani, commercianti e ristoratori della zona 9. Tra i dati più interessanti c’è senza dubbio quello sul pizzo perché, nonostante la presenza delle organizzazioni mafiose a Milano sia assodata da decenni, non si ricordano inchieste giudiziarie da cui sia emerso un taglieggiamento sistematico di negozi e locali.

Stando ai risultati della ricerca invece il 65% dei rispondenti ritiene il pizzo “un problema rilevante”, e nella zona 9 quasi uno su dieci lo ha pagato. Scendendo nel dettaglio secondo il 59,9% dei rispondenti il pizzo di cui si parla è quello tradizionale, ossia la richiesta di denaro, mentre meno diffuse forme di pressione come “l’imposizione di forniture o personale”.

Fonte: ilfattoquotidiano.it

Commenti

commenti